Bando Spese Inderogabili di Rinascimento Bergamo: altissima adesione dai quartieri

Il bando del programma Rinascimento per le spese inderogabili si è concluso il 31 Agosto 2020. Domande ricevute 2.949. Domande accolte 2.754. Totale contributi concessi 4 milioni di euro a fronte di un plafond di 4 milioni di euro di contributi a fondo perduto.

Il Programma Rinascimento Bergamo – attivato, nell’ambito del Fondo di mutuo soccorso, dal Comune di Bergamo e da Intesa Sanpaolo in collaborazione con Cesvi – ha concluso il bando per le spese inderogabili registrando un’adesione altissima da parte delle piccole imprese della città, per il raggiungimento della quale ha dato il proprio supporto anche il Servizio Reti di Quartiere con i propri operatori sul territorio.

Il bando ha consentito alle microimprese attive nel comune di beneficiare di un sostegno fino a un massimo di 1.500 euro a copertura di un’ampia categoria di spese sostenute nel periodo più acuto della crisi (9 Marzo – 31 Luglio), quando le attività economiche sono state ridotte o addirittura compromesse dalla crisi causata dal COVID. 

Il totale dei contributi, messi a disposizione a fondo perduto da Intesa Sanpaolo, è pari a 4 milioni di euro. 

Il bando è stato costruito per assicurare la rapida erogazione dei contributi ai beneficiari così da far giungere immediatamente un sostegno diretto alle aziende colpite dalla crisi. Dalla data di presentazione della domanda alla sua messa in pagamento, infatti, il tempo medio di erogazione è stato di 10 giorni mentre il 16% delle richieste sono state evase entro 5 giorni dalla richiesta e il 43% tra i 6 e i 10 giorni. Coloro che hanno ricevuto un finanziamento hanno ora tempo fino al 30 novembre per presentare la documentazione delle spese sostenute.

La celerità e l’efficienza dell’operazione si è anche avvalsa del lavoro e del contributo tecnologico della società informatica GLOBO che ha curato il sito e le procedure per la raccolta delle domande e dei rendiconti.

Oltre la metà delle microimprese destinatarie dei contributi svolge la propria attività nei settori del commercio al dettaglio (25%) dei servizi di ristorazione (16%) e dei servizi per la persona (14%). 

Bergamo conta una popolazione residente di 121 mila abitanti e il bando delle spese inderogabili ha raggiunto oltre 2.700 microimprese dove i beneficiari costituiscono oltre il 2% dei residenti. 

Con questa iniziativa il Comune, Intesa Sanpaolo e i partner del programma Rinascimento hanno voluto rispondere con la massima vicinanza a quanti sono stati direttamente o indirettamente colpiti dalla crisi.

Sono invece ancora attivi fino al 30 novembre 2020 i bandi Michelangelo e Raffaello. Questi bandi riguardano il finanziamento di progetti di sviluppo, adeguamento e rilancio dell’attività economica delle microimprese della città.

Un nuovo bando a favore del Terzo Settore è in uscita il giorno 24 settembre. 

Per poter accedere ai bandi ancora aperti i soggetti richiedenti devono avere sede operativa a Bergamo e sede legale attiva e iscritta al Registro Imprese delle Camere di Commercio. Per maggiori informazioni e per accedere ai bandi consultare le sezioni corrispondenti del sito.

Scopri i bandi attivi
clicca sul calendario per scoprire gli eventi