Il racconto di Annalisa

"Se penso a tutte le iniziative che la Rete sociale di Boccaleone organizza, mi rendo conto che insieme si possono fare davvero grandi cose."

"Se penso a tutte le iniziative che la Rete sociale di Boccaleone organizza, mi rendo conto che insieme si possono fare davvero grandi cose."

dalla Notte Bianca alla festa del quartiere: aprirsi al dialogo per crescere insieme

Signora Annalisa, ci racconti un po’ di sé e del suo ruolo all’interno della Rete sociale di Boccaleone.

Sono nata a Boccaleone e, dopo alcuni anni vissuti fuori dal quartiere, ci sono ritornata nel 1991. Ho sempre avuto un forte interesse per la cittadinanza attiva, partecipando quanto più possibile alle iniziative organizzate sul territorio. Per questo, circa 8 anni fa, ho deciso di fare parte della Rete sociale. In qualità di Presidente dell’Associazione San Vincenzo de’ Paoli che si occupa delle famiglie e dei minori sul territorio, tengo alta l’attenzione su queste tematiche e sulla fragilità in generale.

Ha detto di conoscere Boccaleone da sempre. Cosa è cambiato nel corso degli anni e quali sono le esigenze del quartiere oggi?

In questi anni è cambiato innanzi tutto il modo di pensare e di ragionare delle persone. Sento che c’è più positività e voglia di partecipare, ma questo non basta. L’esigenza oggi è aprirsi al cambiamento e al dialogo. È inutile rimanere legati al passato, a come si facevano le cose prima se ora questo non funziona più. C’è bisogno di maggiore iniziativa e più disposizione ad adattarsi e crescere con i tempi che cambiano. Per questo bisogna attirare i giovani ed essere capaci di tenerli all’interno del quartiere.

In che modo la Rete può essere utile a tutto questo?

La Rete sociale gioca un ruolo fondamentale perché dà modo agli abitanti di conoscersi e apre una dimensione comunitaria che è patrimonio di tutti. A Boccaleone siamo fortunati perché abbiamo un operatore capace di trainare e coinvolgere gli abitanti. Dove prima si agiva da soli, oggi si agisce tutti insieme.

Perché per lei è così importante partecipare attivamente?

Perché nei momenti di condivisione trovo la soddisfazione più grande. Se penso a tutte le iniziative che organizziamo, dalla Festa del quartiere alla Notte Bianca, fino alle collaborazioni con le scuole e le associazioni del territorio, mi rendo conto che insieme si possono fare davvero grandi cose. La cosa più bella è vedere che c’è unione e armonia. Tutto questo è per me una spinta a dare il meglio anche in altri ambiti della mia vita.

Un’ultima cosa: se dovesse scegliere tre parole per descrivere la Rete sociale di Boccaleone, quali sarebbero?

Direi innanzi tutto collaborazione, perché solo lavorando insieme è possibile trasformare il quartiere che abitiamo. In secondo luogo, direi comunicazione, perché è dal dialogo che nascono le idee migliori. Infine, opportunità, di fare, creare e progettare luoghi ed esperienze migliori.

Leggi le altre Storie di Quartiere:

Esperienze che fanno grandi le Reti.

#abitareilquartiere

Le Reti sociali sono aperte a tutti i cittadini che, come singoli o in qualità di rappresentanti delle realtà nelle quali operano, vogliono contribuire alla costruzione e trasformazione del proprio quartiere.
Scopri dove si trova la Rete sociale del tuo quartiere, quali sono le realtà che ne fanno parte e quali iniziative e attività organizza.

clicca sul calendario per scoprire gli eventi